La mente umana è piena di perversioni sessuali, come i trans che scopano uomini, un’esperienza intesa e tutta da vivere.

Gli uomini hanno delle fantasie che a volte lasciano stupiti stesso loro che le vivono, può capitare però che esse siano accentuate da ciò che ci circonda.

L’effetto trans che si sta sviluppando sempre più, porta le persone a farsi domande su questo mondo che si insidia sempre più tra i due generi sessuali già esistenti in natura.

Ciò porta a volerlo conoscere meglio e a viversi così esperienze sessuali con queste persone che possono mostrarsi così interessanti da cambiare gli scenari del sesso.

Sentendo queste parole forse tutto ti potrà sembrare familiare o del tutto nuovo, ma indipendentemente da ciò, nel leggere il racconto che seguirà, ti aiuterà a capire in maniera più ravvicinata ciò che un incontro simile può dare.

Le trans che scopano uomini: ti svelo la mia storia più segreta

Le trans che scopano gli uomini hanno la bravura di fare tutto con le tempistiche giuste visto che per loro potrebbe essere qualcosa di nuovo. Meglio agire con tatto per poi accentuare il tutto man mano che la realizzazione di questo atto sessuale prende vita e diventa sempre più focoso e passionale.

Mi chiamo Manuel e mi definisco bisex, forse fino ad un paio di mesi fa non lo avrei mai detto, ma ora riesco ad affermarlo con una certa leggerezza. Tale cambiamento devo darlo ad un’esperienza che mi ha segnato in maniera positiva e che mi ha fatto scoprire il sesso sotto un’altra ottica.

Con le donne ho sempre avuto vita facile, anche perché mi è sempre stato detto di essere un bel ragazzo, un po’ la natura ed un po’ il mio curare il mio aspetto, hanno contribuito in tale strada.

Ti potrebbe piacereEsperienze trans, la storia di una coppia sposata alla ricerca di nuove avventure.

Non mi ero mai spinto oltre…

Di esperienze sessuali ne ho fatte ma mai mi ero spinto oltre come in un incontro fatto grazie al web circa due mesi fa. Mi capitava nei tempi liberi di chattare e spesso e volentieri oltre le donne mi cercavano anche i gay, ma non avendolo mai provato e non averne voglia, ho sempre rifiutato tali proposte.

Una sera mentre ero nel vivo della chat mi contatta una persone che dalla foto sembrava tanto appariscente quanto particolare, essa si è presentata dicendo di chiamarsi Deborah.

Il presentimento che poteva essere una trans lo avevo ma per paura di andare a ledere la sua sensibilità, ho evitato di chiederlo. Dopo pochi minuti di conversazione, dove lei mi aveva detto di avere 28 anni, mi ha dichiarato di essere trans, io però non ho chiuso la conversazione.

Essendo di mente abbastanza aperta, ho chiesto come mai mi aveva contattato tra i tanti bei ragazzi che c’erano in chat, lei con tutta la nonchalance mi ha dichiarato che si vedeva che non ero tipo di aver provato mai un’avventura con una del suo genere.

Così mi è venuto automatico chiedere su quale basi allora aveva deciso di parlare proprio con me, la sua risposta mi ha intrigato così tanto che ho deciso di darle una possibilità.

Infatti mi ha dichiarato che sarebbe riuscita ad arrivare all’incontro e metterci in condizione di fare del buon sesso e che sarei stato così colpito che ci saremmo anche rivisti poi.

A quel punto l’ho lasciata fare, credimi, esteticamente sembrava carina anche se il viso non si vedeva chissà quanto bene, ma posso assicurarti che stava messa bene fisicamente.

Le ho chiesto qualche altra foto per vederla meglio e lei a quel punto ha proposto di fare la videochiamata così sarebbe stato più semplice capire se ci potevamo piacere.

Ho accettato senza problemi e quando abbiamo acceso, ho potuto finalmente vedere i lineamenti del suo viso. La visione è stata assai meglio della foto, infatti gliel’ho detto senza problemi e lei mi ha dichiarato di mettere di proposito quella foto perché non ha voglia di mostrarsi a tutti.

Così facendo viene più facile poi arrivare alla videochiamata ed all’incontro, senza porsi problemi Deborah mi stava svelando le sue carte e la sicurezza di sè che aveva era disarmante.

Si è mostrata ai miei occhi con addosso un babydoll che dava l’effetto del vedo non vedo e sinceramente devo ammetterti che era molto sensuale.

Mi ha raccontato di essere molto brava nel ballo perché prendeva lezioni di danza del ventre ed anche di balli caraibici, dicendomi ciò mi dava occhiate dove mi mostrava la sua voglia di conoscermi nell’intimo.

Da questi racconti poi è passata a chiedermi aneddotti sessuali e cosa mi piaceva fare a letto, dalle posizioni alle trasgressioni. Si è così instaurata una conversazione fatta di botta e risposta a livello sessuale molto piccante e così Deborah stava riuscendo a farmi eccitare senza che me ne accorgessi.

Ti potrebbe piacere: Incontri Trans, la mia storia con Lorena.

Mi sono stupido quando…

Mi ha stupito ancor più quando ad un certo punto mi ha chiesto di vedere quanto fossi eccitato, dando per certo che lo fossi, così ho mostrato a lei senza problemi il mio membro.

Lei guarda e continuava con le parole a dirmi cosa gli avrebbe fatto se lo avesse avuto vicino e nel mio sguardo leggeva la voglia che avevo. Ha colto questo momento per chiederci di vederci ed io dopo un po’ di titubanza ho accettato, così ci siamo accordati per vederci dopo solo due giorni.

Mentre essi trascorrevano, non ho ripensato all’incontro che dovevo fare ma quando poi si è avvicinato l’orario dell’appuntamento, ho iniziato a pensare ed ero convinto che da vicino sarebbe stato tutto diverso.

Deborah si è presentata con un vestitino a tubino di colore rosso scuro, calze disegnate che la rendevano molto sexy e delle labbra leggermente carnose.

Ciò che però mi ha stupito sono stati i complimenti che lei ha fatto a me appena mi ha visto, aveva un tono di voce suadente ed un modo di fare che mi piaceva.

Nonostante fosse molto erotica, esprimeva tanta dolcezza, tale fattore ha saputo rendere la conversazione molto intrigante. La conoscenza così è proseguita passeggiando sul lungomare di Ostia ed essendo molto tardi, in giro c’erano poche persone.

Si rideva e si scherzava su tutto, il sesso era alla base di ogni conversazione, ad entrambi piaceva fare battute in tal senso. Ci siamo ritrovati così in punto dove la luce era più scarsa e lei guardandomi si è fiondata su di me e mi ha praticamente messo la lingua in bocca.

Il bacio è durato un po’ e quando esso è finito, le ho detto che era una persona che prendeva l’iniziativa senza problemi, lei di risposta mi ha detto che questo non era ancora nulla, dovevo aspettarmi ben altro.

Ti potrebbe piacere: la mia prima volta con una trans 

E qui iniziamo a divertirci…

Così stando soli e con poca luce ci siamo ribaciati ma stavolta lei mi ha infilato la mano nei jeans e giocava con il mio membro. Ero sconvolto dalla sua audacia e dal suo modo di fare ma non riuscivo a frenarla, mi piaceva come agiva e con quale grazie riusciva a provocarmi.

La sua prossima mossa poi è stata quella di sbottonarmi i pantaloni e guardandomi negli occhi mi ha detto di prepararmi a godere oltre ogni limite come mai in vita mia.

Detto ciò, è scesa con la lingua sul mio pene ed aiutandosi con la mano, ha fatto salire di molto la mia eccitazione portandola ad apici molto alti. Usa la bocca in maniera divina e mentre faceva ciò le piaceva anche stuzzicarmi con le parole, sappi che io adoro la persona che mentre è con me fa sentire la sua voglia.

Più mi leccava e più la voglia di trans e sesso aumentava, così lei in un gesto repentino si è alzato il vestitino e girandosi di spalle mi ha detto di scoparla senza freni e con molta foga.

L’ho appoggiata ad un muro ed ho iniziato a darci dentro senza fermarmi, lei godeva e mi prendeva le mani per farsi toccare il suo di pene ma riuscivo a gestire la sua voglia.

Quando poi ha ripetuto il gesto più volte, ho ceduto ed ho iniziato a toccarglielo, era duro quanto il mio anche se più piccolo. Masturbarla la stava mandando in delirio e mi diceva che voleva essere scopata e farmi vivere la stessa sensazione che provava lei, così cambiando posizione mi ha proposto se volevo cambiare i ruoli.

Ti potrebbe piacereFilm Hard Trans, Scopri Cosa c’è Dietro

Alla fine ho ceduto

Io l’ho guardata negli occhi e non so perché l’ho lasciata provare a patto che indossasse un preservativo e che usasse il modo giusto per non farmi male, dopo pochi istanti il tutto è cominciato.

Mentre lei ha iniziato ad entrare dentro di me, vedevo davanti ai miei occhi la scena dei trans che scopano gli uomini, con la differenza che stavolta ero io uno di loro.

Mi stava piacendo ed ero incredulo, il mio membro continuava ad essere duro nonostante ero io a ricevere il suo dentro di me. Lei giocava con la lingua sulle mie orecchie e mi faceva ricordare ciò che mi aveva detto in cam e poco prima, ossia quello di farmi vivere qualcosa di unico.

Dopo tanto spingere e sussurri sempre più forti, entrambi abbiamo eiaculato e senza più fiato ci siamo fermati per riprendere le forze. L’incontro si è concluso dicendoci che quando avevamo voglia l’uno dell’altro bastava un colpo di telefono per rivederci e rifare il tutto.

Per concludere

Da questa storia hai potuto capire che quando una persona è determinata sa ottenere quello che vuole, specie se di fronte si trova una persona pronta a viversi il tutto.

Io ho voluto lasciarmi andare e vedere cosa sarebbe successo in un atto sessuale dove oltre ad essere io quello che dominava, ero anche colui che veniva sodomizzato.

E’ stato qualcosa di forte che però mi ha fatto vivere il sesso sotto un’altra prospettiva. Da quel giorno in poi il mio essere in un certo senso bisex, mi ha aperto nuove frontiere sessuali, infatti ho avuto modo di avere altri incontri hot con trans che scopano uomini, dove ho svolto di nuovo la fase passiva.