Chi sono le trans? Le transessuali belle hanno da sempre il fascino dell’ibrido e del proibito, poiché sono donne in un corpo da uomo.

Ma queste persone celano dietro di sè un mondo tutto da scoprire e tante curiosità che è bene conoscere per comprendere meglio la loro scelta.


Transessuali Belle: scopriamo meglio chi sono

Esistono innanzitutto trans operate e non operate, le quali sono ancora dotate di membro maschile che però non eiacula più in modo regolare per via delle attività inibitorie degli ormoni.

Chiamarle travestiti non è esatto, visto che non si limitano solo ad indossare abiti femminili, ma assumono ormoni, si sottopongono ad interventi chirurgici (per esempio la plastica al seno, modifica delle corde vocali e rimozione del pomo d’Adamo) e si fanno eliminare definitivamente peli e barba per diventare donne a tutti gli effetti, ottenendo dei risultati stupefacenti.

La trasformazione non è per nulla semplice, anzi è una strada lunga, dolorosa e piena di ostacoli, in quanto sono spesso costrette ad affrontare la famiglia che il più delle volte non condivide la loro scelta.

Un ultimo passo è quello che prevede il cambiamento di identità e il rifacimento dei documenti, che fa sentire le trans delle donne a tutti gli effetti, anzi molto volte sono molto più belle e sexy di quelle biologiche.

È una decisione che richiede sicuramente molto coraggio ed essere se stessi non è assolutamente un capriccio.

Leggi anche: Voglia di trans, una storia personale

 

È vero che cambiano sesso per prostituirsi e guadagnare più soldi?

Bisogna assolutamente sfatare questo mito, poiché le transessuali belle non cambiano sesso solamente per fare le prostitute, ma la decisione va ben oltre il guadagno economico.

Non è inoltre detto che una trans sia per forza una donna di piacere: ne ho conosciute tante che svolgono professioni normali come parrucchiera, estetista, impiegata e via discorrendo.

Possono diventare prostitute come qualsiasi altro individuo, uomo o donna che sia e i motivi che spingono a intraprendere questa strada possono essere svariati.

Esperienze sessuali con una trans

Che sia a pagamento o no, un menage sessuale con una trans può rivelarsi eccitante poichè, essendo stati uomini, sono in grado di fare sesso orale molto in modo migliore rispetto alle donne.

Come si suol dire nessuno conosce il pene meglio del pene.

Ho provato a parlare con diversi uomini, anche facoltosi e insospettabili, i quali non riescono proprio a rinunciare alle avventure con delle transessuali belle ed eccitanti.

Massimo, medico milanese di 45 anni:

Amo possederla analmente e sentirla urlare di piacere. È un’amante fissa da anni, ci conosciamo profondamente e provo anche affetto per lei, ma sa che i nostri incontri si concentrano solamente in camera da letto perché ognuno di noi ha la propria vita.

Invece Stefano adora essere sottomesso e si presenta agli incontri con le autoreggenti sotto gli eleganti pantaloni da direttore di banca:

Mi piace sentirmi la sua puttanella, indossare lingerie da donna ed essere deriso da Stella. Nessuno, neanche il mio migliore amico, conosce questo mio vizietto erotico: ho una reputazione da difendere e non voglio che la gente mi scambi per un pervertito. Siamo persone adulte e non facciamo male a nessuno.

Ma tra i fan delle transessuali belle ci sono anche molte donne, che predilogono il più delle volte quelle che hanno ancora il pene, come Marika, segretaria di 34 anni:

Sono bisex e frequento locali gay friendly. Era una sera come le altre, quando mi si è avvicinata questa donna bellissima, la cui vera natura è stata svelata solo una volta nuda. È stata una delle esperienze sessuali più eccitanti della mia vita.

Dalle esperienze che hai appena letto potrai trarre le tue conclusioni e decidere se provare o meno un incontro del terzo tipo.

Leggi anche: Incontri Trans, la mia storia con Lorena.

Come riconoscere le trans e dove incontrarle

Sicuramente non è educato chiedere esplicitamente ad una persona se è trans o meno, ma vi sono dei piccoli particolari che ti possono far intuire se potrebbe esserlo.

Guarda innanzitutto le sue mani: quelle maschili sono infatti più grandi e nodose di quelle delle donne; un altro particolare è la voce profonda , almeno che non si sia fatta modificare le corde vocali.

Altri dettagli da non trascurare sono l’altezza e il numero di piede; va bene che esistono donne molto alte che calzano numeri grandi, ma è davvero raro che necessitino di un paio di scarpe dal 43 in su.

Se non si è fatta esportare il pomo d’Adamo, questo sarà ben evidente e ti confermerà l’ipotesi di avere davanti a te una transessuale.

È possibile incontrarle ovunque: al supermercato, nei locali notturni, alle parate Gay Pride o consultando siti di incontri online, dove non è necessariamente detto che si tratti di mercenarie del sesso, anzi molte di loro cercano avventure o relazioni sentimentali esattamente come te.

Ricorda però di trattarle da donna, poiché i termini al maschile le offendono profondamente; dopo tutto hanno fatto di tutto per diventare così, quindi fattele amiche da subito con questa piccola accortezza.

Abbatti anche ogni genere di pregiudizio e non considerare il suo passato da uomo; se per lei è una cosa dimenticata, perché dare tutta questa importanza che vi impedisce di godervi a pieno i bei momenti?

Angelo, studente universitario di 23 anni, fidanzato con una bellissima transessuale dice:

Non cambierei la mia Gaia con nessun’altra: è dolce, sensuale e molto più aggraziata di tante donne dalla nascita. Poco importa se prima di conoscerci era Maurizio; l’unico ostacolo che abbiamo dovuto superare sono stati i miei genitori, inizialmente spiazzati dalla mia scelta, ma conoscendola hanno imparato a volerle bene e adesso andiamo persino in vacanza tutti insieme. Ha in cantiere l’operazione ai genitali e tutti noi le staremo accanto, perchè l’amore e l’affetto non conoscono barriere.

Infine non dire mai a una trans che sarà sempre un uomo perché è un’affermazione estremamente offensiva e cattiva.

Leggi anche:  Adoro Trans: una Sconvolgente e Piacevole Esperienza

Curiosità sulle transgender

Si sa che le transessuali belle suscitano molta curiosità nei confronti di chi non lo è e qui ti sveleremo alcuni segreti che ti faranno vedere queste persone sotto un punto di vista differente.

Quelle che si sono sottoposte ad un intervento di vaginoplastica possono provare piacere sessuale esattamente come una donna biologica, poiché l’intervento prevede di trasformare in pene in organo femminile completo di tutte le terminazioni nervose.

La nuova vagina deve però essere lubrificata con prodotti appositi e ovviamente non potranno avere figli poiché nel loro organismo sono assenti utero e ovaie.

Non è poi scontato che una trans sia per forza un uomo incapace di accettare la propria omosessualità: si tratta di sentirsi donna e l’orientamento sessuale è un fattore indipendente da tutto ciò.

È anche da sfatare il mito che una trans debba per forza aver subito abusi sessuali o violenze: non sono rari i casi in cui sono cresciute in famiglie serene e abbiano ricevuto una buona istruzione.

Prima di iniziare la trasformazione MTF (male to female, ossia da maschio a femmina) bisogna affrontare il percorso dell’Onig (Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere), durante il quale vengono effettuati colloqui con degli psicologi, indagini ormonali, test di vita vera e somministrazione di ormoni.

Trascorso questo periodo, il personale sanitario consegna al tribunale di residenza per la variazione di identità.

È anche possibile ricevere delle sovvenzioni dal Sistema Sanitario Nazionale per i vari interventi chirurgici e ormonali.

Purtroppo esistono ancora molti pregiudizi verso le transessuali, dettati da antiche credenze, dogmi religiosi o ignoranza bella e buona; infatti molte di loro subiscono violenze o discriminazioni di ogni tipo, specialmente nei paesi più poveri.

In Italia e nei paesi industrializzati hanno gli stessi diritti delle altre persone, che permettono loro di lavorare senza subire alcun tipo di discriminazione per via della loro sessualità.

Se ti stai chiedendo perché molte transessuali belle sono di origine brasiliana, il motivo è la possibilità che offre questo paese di poter cambiare sesso liberamente senza dover affrontare le lungaggini burocratiche previste altrove.

Numerosi cittadini stranieri si recano quindi in Brasile per sottoporsi a tutti gli interventi necessari per diventare donna o uomo.

In Thailandia, all’interno di alcune scuole, sono stati adibiti dei bagni solo per loro. Anche qui le trans vengono rispettate, sia perché la discriminazione sessuale è vietata, sia perché c’è molta più tolleranza nei loro confronti.

Come vengono chiamate le trans nel mondo

Sai che in base al paese in cui ti trovi vengono chiamate con un nome specifico?

Per esempio nei paesi anglosassoni sono conosciute come:

  • Shemale
  • Tranny
  • Transgender
  • T-Girl.

Invece in Thailandia o nei paesi orientali vengono definite ladyboy.

Qui ce ne sono tantissime sia per la tolleranza sessuale che per la diffusione a macchia d’olio del turismo sessuale, ma come specificato prima, non è detto che una ladyboy sia per forza una prostituta, anzi alcune volte ricopre incarichi statali.

Carlo, impiegato palermitano, si reca in questo paese almeno una volta l’anno per concedersi delle avventure sessuali con qualche ladyboy:

Hanno una marcia in più che, mischiata alla loro bellezza esotica, mi fa impazzire, poi, dettaglio da non trascurare affatto, le loro prestazioni sessuali sono decisamente a buon mercato: a Palermo le transessuali belle chiedono almeno 100 € cadauna per mezz’ora , in Thailandia con quella cifra me ne concedo almeno quattro.

Quando gli viene chiesto se ha paura delle malattie, risponde che le ladyboy stesse tirano fuori i preservativi, poiché sanno che il corpo è il loro strumento di lavoro e fonte di sostentamento principale.

Adesso che sai quello che devono affrontare le trans per diventare donne, sicuramente te le farà vedere sotto un’altra luce, ossia come persone estremamente coraggiose di essere sempre e comunque se stesse, a dispetto della burocrazia e degli interventi chirurgici.

Diventare delle transessuali belle è quindi un processo lungo, costoso ed estremamente doloroso sia dal punto di vista fisico che psicologico. É il prezzo da pagare per essere finalmente sè stesse.